Villa Bruno
Via Cavalli di Bronzo - San Giorgio a Cremano (NA)


Come arrivare:

Circumvesuviana:

Linea: Napoli - Pompei Scavi - Sorrento

Fermata: Cavalli di Bronzo a pochi metri da Villa Bruno

Autostrada A3 (Napoli - Salerno):

da Napoli: Uscita San Giorgio a Cremano centro, continuare per via E. Gianturco, girare a destra per Via Pittore fino ad arrivare a Piazza Troisi dove si trova un ampio parcheggio. Da li percorrere a piedi Via Cavalli di Bronzo fino a Villa Bruno.

da Salerno: Uscita San Giorgio a Cremano che immette su Via della Villa Romana. Percorrerla tutta fino ad arrivare a Via delle Repubbliche Marinare e girare a sinistra (che diventa dopo un po' Via Botteghelle), arrivati all'incrocio con Via Francesco Cappiello, immetersi girando a sinistra in questa via e percorrerla tutta, e alla fine girare a destra su Via Alcide de Gasperi, che porta a Piazza Municipio. Appena arrivati in fondo girare a sinistra per Corso Roma che porta a Piazza Troisi dove si troverà il parcheggio. Da li percorrere a piedi Via Cavalli di Bronzo fino a Villa Bruno.

Storia


Villa Bruno è una villa vesuviana sita in via Cavalli di Bronzo a San Giorgio a Cremano (Napoli). Da molto tempo è il centro culturale della cittadina.


La Villa fu proprietà dapprima della famiglia Monteleone, e successivamente della famiglia Lieto. Ospitò a più riprese per le vacanze il cardinale Luigi Ruffo Scilla, arcivescovo di Napoli nonché parente del più noto cardinale sanfedista Fabrizio Ruffo. A partire dal 1816 la villa ospitò la fonderia Righetti, nella quale avvenne la fusione dei cavalli delle due monumentali statue equestri raffiguranti Carlo di Borbone e Ferdinando I delle Due Sicilie, le quali furono poste nel 1829 in piazza del Plebiscito a Napoli. Originario di Roma, Francesco Righetti era il fonditore di fiducia dello scultore Antonio Canova, che era commissionario delle due sculture. L'artista passò molto tempo a Napoli nel periodo di realizzazione delle opere.

SCHEMA SPAZI ESPOSITIVI EX FONDERIA RIGHETTI